Haiti: un nuovo forte terremoto si somma alla crisi perenne

Aggiornamento: 15 set 2021

di Roberto Codazzi

Il 14 agosto scorso la penisola del Tiburon nel sud di Haiti è stata colpita da un grande sciame sismico che ha avuto il suo apice in una scossa di magnitudo 7.2 della scala Richter, i danni sono stati ingenti così come le difficoltà nei soccorsi, ostacolati dall'arrivo, nei giorni seguenti, della tormenta tropicale Grace.


Il terremoto ha sorpreso Haiti nel mezzo di una delle crisi politiche più gravi degli ultimi decenni. Il 7 luglio scorso un commando ha fatto irruzione della casa privata del presidente Moise assassinandolo, successivamente si sono alternati due primi ministri fino ad arrivare alla formazione di un governo guidato dal medico Ariel Henry che ha annunciato lo slittamento delle elezioni da settembre a novembre. Attualmente ad Haiti non vi sono cariche elette (ad eccezione di 10 senatori) a causa del mancato svolgimento delle elezioni amministrative e comunali e anche il mandato del presidente Moise era messo in discussione perchè ritenuto terminato a febbraio 2021 dai partiti di opposizione.


La zona colpita dal