AMIStaDeS risponde alla call for papers del CASD e partecipa all'Iniziativa 5+5 della Difesa

Aggiornamento: 29 ott 2021


Nel 2020, il Centro Alti Studi per la Difesa (CASD), in stretta collaborazione con il Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza e il Ministero per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale, ha lanciato un progetto per coinvolgere think tank, mondo accademico ed esperti nazionali in una riflessione sui temi della difesa e della sicurezza sistemica a supporto degli interessi nazionali.


La pubblicazione delle due call for papers ha come obiettivo finale la redazione di Quaderni Speciali che raccolgono i più importanti contributi su tematiche quali gli scenari globali, l’interesse nazionale alla luce della pandemia da Covid-19 o l’elaborazione di strategie di sistema in ambito di difesa e sicurezza.


Anche gli analisti di AMIStaDeS hanno contribuito a questo progetto con i seguenti papers:

AMIStaDeS ha inoltre l’onore di essere coinvolta nel ciclo di interventi "Spazio 5+5: quale approccio globale alle nuove minacce?", organizzato dal CASD. Questa iniziativa si inserisce nel progetto di cooperazione internazionale sui temi della difesa e della sicurezza “5+5 Defence Initiative”, che vede la partecipazione dei principali Paesi che si affacciano sul Mediterraneo occidentale (in particolare Algeria, Francia, Italia, Libia, Malta, Mauritania, Marocco, Portogallo, Spagna e Tunisia).


Durante una delle giornate di formazione tra i relatori ci saranno due analisti di AMIStaDeS, i cui interventi seguiranno il filo conduttore della tutela dell'ambiente e del diritto allo sviluppo:

  • Luigi Limone, con uno speech dal titolo "Lo sviluppo ha un nome e si chiama Acqua";

  • Francesca Maiorano, con l'intervento dal titolo "Salute e ambiente: un equilibrio da salvare".