Sanzioni americane e petrolio iraniano: una nuova guerra energetica?

Aggiornamento: 14 dic 2020


(di Greta Zunino) A Maggio 2018 il governo degli Stati Uniti ha annunciato il ritiro unilaterale dall'accordo sul nucleare iraniano, il JCPOA, lo strumento che ha permesso la sospensione delle sanzioni nei confronti del paese mediorientale a partire da Gennaio 2016. Nel Novembre 2018, gli USA hanno reintrodotto le sanzioni preesistenti, andando a colpire non solo la già vacillante economia iraniana, ma anche gli Stati e le compagnie che avevano ricominciato a ricucire i legami economici con il paese.


Tra i settori più compromessi, quello petrolifero: prima dell'imposizione dell'ultima ondata di sanzioni infatti, l'Iran era il sesto produttore mondiale di greggio; il petrolio contribuiva al 70% dell'export e al 50% degli introiti statali del Paese.