La rotta migratoria nel canale della Manica

Aggiornamento: 8 feb

di Valentina Casti

1. Introduzione


Il 24 novembre 2021, almeno 27 persone sono morte nel tentativo di attraversare il canale della Manica a bordo di una piccola imbarcazione che è affondata al largo di Calais. Nonostante la tragedia, i migranti continuano a tentare la traversata per raggiungere il Regno Unito.

La BBC riporta che il giorno seguente due barche con a bordo circa 40 persone sono arrivate nel porto inglese di Dover. Tutto questo è accaduto una settimana dopo lo sgombero di un campo profughi nei pressi di Dunkirk, dal quale circa 1.500 migranti sono stati allontanati.


Il naufragio avvenuto nel canale della Manica ha attirato nuovamente l’attenzione sulla rotta migratoria tra la Francia e il Regno Unito e ha riacceso le tensioni politiche tra i due Paesi coinvolti nella gestione del flusso migratorio nel canale, divenuto una frontiera esterna dell’Unione Europea (UE) dopo la Brexit.


2. La portata dei flussi migratori dalla Francia al Regno Unito


Secondo fonti francesi, dall’inizio del 2021 hanno tentato di raggiungere la costa del Regno Unito a bordo di imbarcazioni di fortuna circa 31.000 migranti, più del doppio rispetto all’anno precedente. L’aumento del flusso di migranti in partenza dalla Francia con destinazione Regno Unito è confermato dal numero di arrivi riportato dalla BBC, che conta circa 25.000 persone giunte sulla costa inglese fino a novembre. L’aumento degli arrivi è in linea con quello dei flussi lungo tutte le rotte migratorie, dopo la fine delle restrizioni dovute al covid-19, come mostrano le statistiche dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR). Tuttavia, ci sono altri fattori da considerare.

L’Home Office, il Ministero dell’Interno inglese, non pubblica regolarmente dati aggiornati sul numero di migranti che arrivano sulle coste inglesi, sebbene tenga registri amministrativi degli arrivi di piccole imbarcazioni. L’ultimo rapporto ufficiale del 24 marzo 2021 riporta che nell’estate del 2020 è stato registrato il record di arrivi tramite piccole imbarcazioni sulle coste inglesi, con 8.500 persone che