Intelligenze Artificiali e nucleare

Aggiornamento: 14 nov 2020

(di Luca Sciocchetti)


I progressi nell'intelligenza artificiale stanno abilitando capacità precedentemente inattuabili e sono potenzialmente in grado di destabilizzare i delicati equilibri internazionali. La convergenza di sistemi autonomi e armi nucleari non è del tutto nuova, già negli anni '60 gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica videro che il campo delle A.I. poteva svolgere un ruolo nello sviluppo e nel mantenimento di quelle che erano le loro capacità strategiche. Le prime applicazioni dell'intelligenze artificiali includevano l'automazione del rilevamento delle minacce, la trasmissione degli ordini di lancio e il targeting (centrale nelle operazioni militari per identificare gli obiettivi e definire gli effetti da produrre). Ma rimaneva di fondamentale importanza la presenza umana nel circuito in caso di un guasto al sistema.


1) Le applicazioni