Il ruolo statunitense nel mercato del gas naturale

Aggiornamento: 3 feb

di Giacomo Forges

Nave metaniera per LNG nei Paesi Bassi (Khrone)

1. Un “soccorso interessato”


Pochi giorni prima di Natale, l’agenzia di stampa internazionale Bloomberg ha comunicato che, su circa 76 navi cargo statunitensi contenenti Gas Naturale Liquefatto (Liquefied Natural Gas, LNG) 10 avevano dichiarato destinazioni europee, per un totale di 1,6 milioni di metri cubi di combustibile. Oltre a questi carichi accertati, almeno altre 20 navi metaniere, contenenti complessivamente 3,3 milioni di metri cubi di LNG erano, invece, state localizzate nell’Oceano Atlantico, apparentemente in rotta verso il continente europeo.


Ad attrarre gli esportatori USA verso il Vecchio Continente è stato il livello di prezzo particolarmente elevato raggiunto da questa commodity durante la settimana natalizia. L’escalation delle quotazioni durante questo inverno sembrerebbe essere stata motivata dal combinato disposto di diversi fattori sia contingenti sia macroscopici, tra cui:

  1. un aumento generalizzato della domanda a seguito della ripresa post Covid (riduzione della domanda nel 2020 e conseguente rimbalzo nel 2021);

  2. la generale dipendenza dell’Europa dalle importazioni;

  3. la chiusura di due reattori nucleari da 900 MW nella centrale di Fessenheim in Francia nel 2020;

  4. un periodo di scarsa produzione nei parchi eolici dell’Europa settentrionale e centrale;

  5. l’irrigidimento delle temperature;

  6. l’incertezza sull’approvvigionamento dalla Russia (aumento dei flussi di gas non proporzionale alla domanda europea).

Ad eccezione di quest’ultimo punto, il “soccorso interessato” degli esportatori nordamericani sembrerebbe essere stato dettato da valutazioni prettamente economiche basate su una logica di profitto momentanea. In tal senso, infatti, il prevedibile calo sul mercato spot (con consegna fisica) del prezzo del gas naturale, conseguente all’arrivo degli approvvigionamenti di LNG dagli USA, potrebbe limitare il ripetersi di operazioni di questo tipo nell’immediato futuro.


In realtà, i fenomeni economici sono generalmente collegati a molteplici fattori e tendono a seguire modelli più o meno accurati, pur senza mai replicarli pedissequamente. Per questi motivi con una spiegazione eccessivamente semplificata si rischia di incorrere in errori di valutazione. Motivo per cui la prudenza è d’obbligo.


Dato che le oscillazioni di prezzo sono causate dal vasto insieme di variabili che influenzano gli operatori, così come l’apprezzamento del gas è forse stato determinato - tr