Il panorama geopolitico italiano in Europa a seguito delle Elezioni europee

Aggiornamento: 1 nov 2020

(di Alessandro Galbarini)

Se, come prevedibile, l’alleanza europea dei partiti sovranisti, guidata dalla Lega, non è riuscita a diventare il primo gruppo al Parlamento Europeo, né tantomeno un polo imprescindibile per la nuova legislatura del continente, ha però confermato un quadro tanto importante quanto negativo per il nostro paese: un chiaro e netto isolamento rispetto alle principali forze europee.

Il fatto che David Sassoli sia stato eletto presidente del Parlamento Europeo non deve trarre in inganno su quale sia il reale Balance of Power all’interno delle istituzioni UE, dato che l’Italia è stato l’unico paese dell’#Europa occidentale oltre al Regno Unito, caso decisamente particolare per la questione #Brexit, in cui le elezioni europee sono state stravinte da un partito euroscettico e di destra radicale. La costante propaganda salviniana nel periodo immediatamente successivo alle elezioni e il suo r