Il Giappone a un bivio: tra crollo demografico e questione migratoria

Aggiornamento: 14 nov 2020

(di Francesco Cavalluzzo)


1. Introduzione

Il 2006 ha rappresentato un momento di svolta cruciale per il #Giappone. In quell’anno il numero dei decessi ha superato quello delle nascite. Così a partire dal 2006 il tasso di mortalità ha stabilmente superato quello di natalità spingendo il Giappone in quella che il National Institute of Population and Social Security Research ha definito “un lungo periodo di declino demografico”. Infatti, secondo le ultime stime dell’istituto nipponico, la popolazione giapponese passerà dagli attuali 127,09 milioni stimati dal censimento del 2015 ai circa 88 milioni entro il 2065.