Il futuro prossimo del programma spaziale europeo

Aggiornamento: 4 ott 2021

di Andrea Montieri

Il 2021 sarà un anno di transizione per la politica spaziale europea, alle strette tra la crisi sanitaria ed economica e un settore spaziale che sta radicalmente cambiando.

La minore disponibilità di fondi, che ha costretto la Commissione Europea ad adottare un budget spaziale inferiore del previsto, e che, molto probabilmente, porterà l'ESA ad approvare un budget stagnante rispetto al 2020, si scontra con le necessità del mondo reale.


La sfida maggiore infatti riguarda la governance europea nello spazio, che interseca le necessità politiche impellenti dell'Unione Europea e il dialogo multilaterale tra i paesi membri dell'Agenzia Spaziale Europea e i loro partner esteri.