Il debito pubblico italiano: un mostro senza tempo

Aggiornamento: 24 nov 2020

(di Alessandro Galbarini)

Fonte: InsideSources

Introduzione


Alla fine del 2020, secondo le stime di Mazziero Research[1], il debito pubblico nostrano salirà ad una cifra di circa 2.600 miliardi di euro, con un incremento, rispetto al 2019, di circa 190 miliardi. L’emergenza Covid ha fatto sì che ovunque le emissioni di titoli di stato, per affrontare la crisi sanitaria ed economica, aumentassero esponenzialmente[2]. Nessuna eccezione per l’Italia, che oltre ad essere stata la prima economia occidentale colpita dalla pandemia, era già considerata a rischio sul piano fiscale, dato l’enorme debito pubblico accumulato all’epoca, pari al 135% del PIL. A fine anno, il rapporto salirà in area 160%.