Ferocia crescente in Messico: culto della Santa Muerte aumenta portando con sé migliaia di cadaveri

Aggiornato il: 5 lug 2018


Nell’ultima news di questa rubrica avevamo volto lo sguardo all’America Latina e, sebbene questa sia la settimana delle elezioni in Venezuela, opto per il Messico, che dal mio punto divista -e non solo – è in una situazione catastrofica quanto a criminalità e sicurezza.

Basti pensare che, in vista delle elezioni presidenziali previste per luglio 2018, dall’inizio di settembre 2017 più di 90 candidati sono morti.

I dati legati a omicidi, rapimenti, violenze in generale sono molto alti, come potete vedere su questo sito dove si evidenziano anche gli Stati in cui tali fenomeni si verificano in percentuale maggiore e che, per forza di cose, sono quelle dove i cartelli della droga si contendono il territorio.

Il 2017 è stato un annus horribilis da quando è iniziata la guerra della droga nel 2006, anno in cui il presidente Calderon ha lanciato una brutale repressione contro le gang messicane; in questi anni oltre 50.000 persone sono morte nel conflitto tra Stato e criminalità, specialmente nelle aree di confine con gli Stati Uniti (vedi soprattutto Baja California e Chihuahua). Nel solo 2017 si sono avuti nell’intero Messico 25.339 omicidi, di cui 18.898 - quindi circa il 75% del totale - sarebbero esecuzioni (si rinvengono spesso cadaveri decapitati o privati del cuore) imputabili ai cartelli. Nello Stato di Veracruz, che dà sul Golfo del Messico e che i cartelli si contendono per garantirsi l’accesso all’Atlantico controllando i numerosi porti, è stato rinvenuto il maggior numero di fosse comuni del Paese, contenenti almeno 260 cadaveri.

Il 2018 purtroppo non si prospetta un anno migliore: difatti nei primi quattro mesi dell’anno ci sono stati ben 5.333 omicidi e i numeri non sembrano arrestarsi così come il culto crescente della Santa Muerte nelle zone già soggette al controllo dei cartelli della droga.

Reportage "Streets of Blood"

12 visualizzazioni

"Sii schiavo del Sapere,

se vuoi essere veramente libero"

  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • LinkedIn Social Icon
logo AMISTADES-5 new.png

- Fai Amicizia con il Sapere

Centro Studi per la promozione della cultura internazionale

CONTATTI
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • LinkedIn Social Icon

© 2017 by AMIStaDeS