Crisi ambientale + Boko Haram = Lago Ciad, la più grave crisi africana

(di Irene Piccolo)

Tra i conflitti dimenticati o non bene inquadrati, ritroviamo sicuramente quello che si sviluppa intorno alle rive e sulle isolette del Lago Ciad. Questo lago, il quarto africano per estensione dopo i laghi Vittoria, Tanganica e Niassa, è un lago internazionale (argomento – quello dei laghi internazionali - abbondantemente trattato, sotto diverse sfumature, nel nostro corso online “Blue Gold – The Water Games” in cui abbiamo sottolineato in ogni modo il ruolo dell’acqua come elemento strategico) suddiviso tra Nigeria, Niger, Ciad e Camerun. Questi Paesi, assieme a Libia e Repubblica Centrafricana compongono la Commissione per il bacino del lago Ciad, organismo regionale fondato nel 1964 cui partecipano, come osservatori, Sudan, Egitto e Repubblica Democratica del Congo.

Il ruolo di questa commissione diviene sempre più importante man mano che i decenni passano, giacché dal 1950 ad oggi l’estensione del lago si è notevolmente ristretta. Sebbene alcuni esperti parlino di lago “a geometria variabile”, che cioè muta a seconda delle epoche e d