Cosa succede nel mondo? 06 febbraio-12 febbraio 2021

"Cosa succede nel mondo?" è la rubrica del Centro studi AMIStaDeS che vi racconta gli eventi internazionali più importanti della settimana appena passata.


(di Ivana Manelli)

AMERICA LATINA

Fonte: El Pais

HAITI – Il Presidente Jovenal Moïse ha affermato che un tentativo di ucciderlo e rovesciare il governo è stato sventato, nel mezzo di una disputa sulla scadenza del suo mandato. Almeno 23 persone sono state arrestate, tra cui un giudice ed un ufficiale di polizia. Il presidente haitiano insiste che il suo mandato finisca nel febbraio 2022 ma l’opposizione asserisce che il mandato presidenziale si sia concluso domenica 6 febbraio. A seguito delle dispute, migliaia di manifestanti sono scesi nelle strade di Port-au-Prince affinché il Presidente rassegni le sue dimissioni.


Per approfondire la notizia ti consigliamo "La crisi di Haiti: una democrazia in bilico tra due presidenti" di Roberto Codazzi

Fonte: Il Post

ECUADOR – Domenica 7 febbraio si sono tenute le elezioni presidenziali ecuadoriane per determinare il successore del Lenín Moreno e per rinnovare parte dei seggi nel parlamento: nessuno dei 16 candidati ha raggiunto la maggioranza e pertanto i due più votati andranno al ballottaggio, previsto per il prossimo 11 aprile. Al momento sicuramente uno dei due candidati sarà Andrés Arauz mentre si dovrà ancora attendere per sapere chi sarà, tra Guillermo Lasso e l’ambientalista indigeno Yaku Pérez separati da lo 0,05% di voti, il suo sfidante.


Segui il Webinar gratuito “Il nuovo Ecuador: voto, scenari, proiezioni”


EUROPA

Fonte: Fanpage

ITALIA La fiducia al Presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi, che si sarebbe dovuto recare al Quirinale per sciogliere la riserva nelle mani di Sergio Mattarella, slitta per dubbi del MoVimento Cinque Stelle. Nella giornata di giovedì si è tenuta la votazione sulla piattaforma Rousseau che ha visto il “SI” al governo Draghi vittorioso con il 59,3%.


Per il governo si prospettano profili tecnici nei ministeri chiave, soprattutto quelli cruciali per il Recovery Plan. Berlusconi e Salvini confermano il loro sostegno.

Fonte: Greenreport

FRANCIA Lo stato francese, in una sentenza storica che arriva a seguito di un’azione legale intrapresa da quattro ONG nel 2018, viene condannata per inazione contro il riscaldamento climatico quindi non rispettando l’Accordo di Parigi sul clima del 2015.

Fonte: The Guardian

UNIONE EUROPEA – Ursula Von der Leyen, Presidente della Commissione della Commissione Europea, ammette di aver commesso numerosi errori nella gestione della fornitura di vaccini per l’UE e dello scontro diplomatico con il Regno Unito. La Presidente ha riconosciuto il ritardo nell’autorizzazione dei vaccini e l’eccessivo ottimismo della Commissione nella produzione massiccia e le tempistiche di consegna.


EURASIA

Fonte: FT

RUSSIA – Scontro diplomatico tra UE e Russia. In seguito all’espulsione da parte della Russia di tre diplomatici europei (ambasciatori di Germania, Polonia e Svezia) con l’accusa di sostegno al leader dell’opposizione russa Aleksej Navalny, i tre paesi europei, in base al ‘principio di reciprocità’, hanno espulso tre diplomatici russi dalle proprie capitali. Ad inasprire la situazione, anche le critiche del ministro degli esteri russo, Sergei Lavrov, che a margine di un incontro con l'alto rappresentante per la politica estera dell'UE ha definito quest'ultima come un ‘partner inaffidabile’.


ASIA

Fonte: Open

CINA – L’Organizzazione Mondiale della Sanità continua le indagini in Cina sul Covid-19 confermandone l’origine animale e scartando l’ipotesi della fuga da un laboratorio cinese.

Fonte: WSJ

BURMA/MYANMAR – Crescenti proteste contro i generali per il colpo di stato in Myanmar, con centinaia di persone in protesta davanti all’Ambasciata della Cina a Yangon. I manifestanti accusano il governo cinese di sostenere la giunta militare birmana. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, in risposta al colpo di stato, ha approvato un ordine esecutivo per imporre sanzioni contro gli esecutori.


Per approfondire la notizia ti consigliamo l'analisi "Il Myanmar dei militari visto dalla Cina: un pericolo o un alleato?" di Nicolò Rizzo


MEDIO ORIENTE

Fonte: Il Post

EMIRATI ARABI – Gli Emirati Arabi raggiungono l’orbita di Marte per la prima volta con la sonda spaziale HOPE, dopo aver percorso oltre 480 milioni di chilometri dal giorno del suo lancio dalla Terra, 204 giorni fa.

Fonte: CNN

ARABIA SAUDITA – L’attivista per i diritti delle donne Loujain al-Hathloul è stata rilasciata dopo 1001 giorni di carcere in seguito al suo arresto per spionaggio e cospirazione contro il regno saudita. La sua detenzione era diventata simbolo della violazione dei diritti umani nel paese, ed il suo rilascio avviene come mossa strategica di Mohammad bin Salman, Principe della Corona dell'Arabia Saudita, che, dopo aver subito forti pressioni per il cambiamento nell’amministrazione degli Stati Uniti, cerca di migliorare la sua posizione sul fronte dei diritti umani.

Fonte: Middle East Eye

IRAN – In seguito alle parole del Presidente statunitense Joe Biden, che ha comunicato l’aspirazione americana di ritornare a rispettare l’accordo sul nucleare nel caso in cui Teheran facesse lo stesso, il leader supremo dell'Iran Ayatollah Ali Khamenei ha affermato che gli Stati Uniti devono “revocare completamente le sanzioni [...] non solo sulla carta” prima di tornare all'accordo del 2015.


NORD AMERICA

Fonte: La Presse

USA – Il Senato vota a favore del secondo impeachment per Trump, stabilendo, con 56 voti a favore e 44 contrari, che il processo è costituzionale.


Fonte: FT

USA – Muore a 100 anni George Shultz, ex Segretario di Stato durante l’amministrazione del presidente statunitense Ronald Reagan

37 visualizzazioni0 commenti