4 giugno 2021 - Aperitivo Geopolitico “Storia di un chicco di soia"

Aggiornato il: mag 25

Tra investimenti brasiliani, land-grabbing e pollo cinese alla Kung Pao

Landgrabbing in Brasile e Mozambico per la soia cinese

La soia è un denominatore comune tra Brasile, Mozambico e Cina. Cosa lega questi Paesi?


Con l’Aperitivo Geopolitico vogliamo parlare di come il cibo assuma spesso un significato geopolitico. Accompagneremo chi ci ascolta in un viaggio che partirà dal Brasile, diventato primo consumatore al mondo di fertilizzanti nel tentativo di soddisfare la domanda crescente del mercato della soia e finirà in Mozambico. Qui è diretta, infatti, una mole crescente di investimenti brasiliani che mirano a trasformare il modello economico del paese per favorire lo sviluppo di monocolture intensive di soia da esportare nel mondo.

E la Cina? La Repubblica Popolare è il più grande consumatore di soia al mondo, avendo per questo un impatto particolarmente significativo sul mercato globale.

Il Centro Studi AMIStaDeS ha il piacere di presentare un nuovo evento del format “Aperitivo Geopolitico” nella sua versione online. Interverranno:

  • Caterina Rondoni (Analista Area America Latina, AMIStaDeS)

  • Valentina Geraci (Analista Area Maree Migranti, AMIStaDeS)


L’incontro è fissato per il 4 giugno 2021 alle ore 19.

Si terrà su YouTube, previa registrazione attraverso il form d’iscrizione, e in diretta Facebook e Linkedin. La partecipazione è gratuita.

Landgrabbing in Brasile e Mozambico per la soia cinese

Short Bio delle speakers

Valentina Geraci. Laureata in Relazioni internazionali e Studi europei con un interesse particolare per i migration studies. Area di expertise è l'Africa subsahariana con particolare attenzione al concetto di migrazioni transnazionali e interne al continente.

Oggi analista per il Centro studi AMIStaDeS, Contributor per Africa Rivista e Moderator di VadoinAfrica, un ponte di collegamento con oltre 11.000 membri tra l'Italia e il continente africano.


Caterina Rondoni. Dottoranda in "Sostenibilità ambientale e benessere" presso l'Università degli studi di Ferrara. Negli ultimi tre anni ha concentrato il suo lavoro sul tema della sicurezza alimentare, affrontandola da diversi punti di vista. Nel periodo 2019-2020 ha svolto un periodo di ricerche sul tema della sicurezza alimentare e le sue relazioni con l'inquinamento da idrocarburi nella foresta amazzonica peruviana. Oggi si occupa principalmente di interrelazioni tra mercato agricolo internazionale, disuguaglianze, rispetto dei diritti umani e studio di nuovi modelli di sviluppo.


LOCANDINA APERITIVO GEOPOLITICO (3)
.pdf
Download PDF • 3.31MB