All'adozione del Report ONU sui diritti umani in Turchia, Ankara non risponde positivamente

Aggiornamento: 8 mar 2019



(di Claudia Candelmo) Sono state rese note le prime reazioni del Ministero degli Affari Esteri turco rispetto al Rapporto sullo stato dei diritti umani in Turchia dopo il fallito golpe del luglio 2016, pubblicato oggi dall'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Diritti Umani.

Il report copre il periodo che va dal 1 gennaio al 31 dicembre 2017, analizzando lo stato della protezione dei diritti umani alla luce delle misure prese dopo il fallito golpe del luglio 2016. I risultati che emergono sono certamente preoccupanti, con quasi 160.000 persone arrestate durante i 18 mesi dello Stato d'emergenza dichiarato dal presidente turco a partire dal 15 luglio 2016. Le conclusioni del rapporto invitano le autorità turche a porre fine allo stato d'emergenza, a riportare